Ancora sulla coordinazione di indicative e congiuntivo nelle “Satire” dell'ariosto

  • Mario Medici

Abstract

In"Lingua nostra" (XLII, 1981, pp. 43-44) mi sono occupato degli aspetti linguistici ed espressivi dei casi di coordinazio­ ne   di indicativa e congiuntivo in proposizioni dipendenti, ri­ scontrati nelle satire di Ludovico Ariosto: essi, tutti, trova­ no conferma testuale nella recente edizione critica, a cura di Cesare Segre, pubblicata nella collana mondadoriana di tutte le opere ariostesche (vol. III, Hilano 1984). Qualcosa tuttavia si può ora aggiungere e osservare più largamente, tenendo canto dell' apparato posto a piè di pagina, che viene a dimostrare ancora una volta la possibilita (che qui si presenta anche come "variantistica") di usi alternativi di indicativa e congiun­tivo in determinati sintagmi, tendendosi nel nostro caso speci­ fico in genere, con la diversa o mutata lezione, a un pareggia­ mento modale con conseguente livellamento a scapito di funzioni o valori espressivi. Alla compresenza articolat.i dei modi diver­si, alla più generale tendenza al congiuntivo, ben è  affidata la "sottigliezza" formale, stilistica ed espressiva della poesia ariostesca.

Downloads

Download data is not yet available.
Published
1984-12-01
How to Cite
Medici, M. (1984). Ancora sulla coordinazione di indicative e congiuntivo nelle “Satire” dell’ariosto. Linguistica, 24(1), 147-149. Retrieved from https://revije.ff.uni-lj.si/linguistica/article/view/4781
Section
Articles